News&Eventi

All'inizio del 2011 in occasione del Santo Patrono della Polizia Municipale, San Sebastiano, è stato diffuso il Report 2011 dove vengono elencate tutte le attività sostenute nell'anno 2010 dal Corpo della Polizia Municipale. Tra le varie attività spicca anche quella di "Educazione stradale" dove viene menzionata la collaborazione con l'associazione PASAV per il progetto Lybra.

Riportiamo un estratto del Rapporto 2011 in cui si parla del progetto.

Progetto “Lybra 1”
Il progetto, realizzato dalla Polizia Municipale in collaborazione con l’Associazione Italiana Persone Down e Associazione Precedenza alla Sicurezza – Venezia (Pasav), consiste in un corso mirato alla divulgazione delle norme di comportamento stradale ad uso di giovani ed adulti con Sindrome di Down residenti nel territorio veneziano e comuni limitrofi.
Questo progetto rappresenta, a tutti gli effetti, un intervento trasversale di educazione stradale, realizzato al fine di migliorare l’integrazione di persone con specifica disabilità che utilizzano quotidianamente ed in autonomia la strada e le pertinenze ad essa connesse.
Ciò ha permesso a queste tipologie di utenti di conoscere e utilizzare consapevolmente le strutture pubbliche esistenti (strada, marciapiedi, banchine, forma e colori dei segnali stradali, strisce pedonali, ecc…) otre che di imparare il corretto utilizzo della bicicletta quale mezzo di locomozione, favorendone, di conseguenza, una migliore autonomia.


Il corso di formazione ha visto il coinvolgimento di n.20 adulti e n.12 ragazzi con sindrome di Down ed è stato tenuto da n.4 operatori di P.M. (n.2 operatrici e n.2 operatori), facenti parte del Gruppo di Educazione Stradale.
Questi operatori, affiancati costantemente dagli educatori dell’A.I.P.D., hanno realizzato con entrambi i gruppi di utenti, sia lezioni frontali attraverso l’utilizzo di slides e la visione di filmati presso la sede dell’Associazione, sia sperimentazioni e laboratori mediante lezioni condotte in palestra e nelle strade limitrofe alla suddetta sede.
Complessivamente sono stati realizzati n.9 incontri con gli utenti, di cui il primo in plenaria (adulti e ragazzi insieme) e i rimanenti otto suddivisi in due gruppi distinti in base alla fascia d’età (adulti e ragazzi).
A tutti i partecipanti, a fine corso, è stato consegnato un attestato di frequenza e un piccolo quaderno con le principale regole di utilizzo della strada corredato di un gadget per l’alta visibilità.
Le competenze acquisite a seguito di tale percorso formativo hanno permesso di costituire ulteriore elemento per la promozione dell’autonomia sociale delle persone Down, contribuendo a stimolare l’utilizzo delle strutture pubbliche e il giusto approccio con gli operatori di polizia del nostro territorio.
Inoltre, il presente progetto, per chi svolge da tempo la funzione di educatore stradale ha costituito un importante stimolo per apprendere articolate metodologie nel lavoro di sensibilizzazione e divulgazione tra le fasce più deboli della cittadinanza.

Il progetto “Lybra” è stato presentato al Convegno Nazionale delle Polizie Locali di Riccione del 18 settembre 2010 sul tema “educhiamo per prevenire – idee e progetti innovativi per l’educazione stradale”, con il titolo “sensibilità e modalità nuove per l’educazione stradale: progetto Lybra e sindrome di Down”.

Altri articoli inerenti il progetto Lybra