Rassegna stampa

Premiazione del Concorso per studenti "Due manifesti sulla sicurezza stradale" e nuova tappa dello spettacolo "I VULNERABILI"


Nuova tappa oggi, giovedì 28 aprile 2011, al cinema teatro Corso di Mestre di “I vulnerabili”, lo spettacolo teatrale per sensibilizzare al rispetto delle regole di sicurezza stradale. Questo spettacolo si inserisce all’interno del Piano provinciale di Sicurezza stradale che oltre ad occuparsi di infrastrutture per la prevenzione degli incidenti e di interventi sul trasporto pubblico, prevede campagne di sensibilizzazione alla sicurezza stradale e di promozione di comportamenti corretti e consapevoli. Collabora a tutto il progetto l’associazione Pasav (Precedenza alla Sicurezza Associazione Venezia).  Presenti oltre 200 studenti degli istituti Gritti, Mozzoni, Foscari-Massari e Pacinotti.

Hanno portato il proprio saluto l’assessore alla Viabilità Emanuele Prataviera, l’assessore regionale alla Protezione Civile Daniele Stival e il presidente Pasav Cristiano Invaso. Sono stati premiati due alunni dell’istituto Mozzoni vincitori del concorso indetto dalla Provincia presso lo stesso istituto, per creare due manifesti sulla sicurezza stradale. I due temi vertevano sull’uso delle cinture di sicurezza sui sedili posteriori, e per i  pedoni. Prossime tappe dello spettacolo saranno domani 29 aprile al Liceo Scientifico Galileo Galilei di San Donà di Piave e il 12 maggio all’I.P.S. Cornaro di Jesolo.

«Questo spettacolo teatrale vuole ricordare quanto è importante la vita – ha detto l’assessore alla Viabilità Emanuele Prataviera -. Io stesso sono stato protagonista di un incidente, per fortuna senza conseguenze, ed ho capito il rischio che ho corso. Distrarsi è un attimo. Per la prima volta, dopo la positiva esperienza dello scorso anno abbiamo programmato dieci incontri con le scuole di tutta la provincia incontrando oltre 2.000 ragazzi. L’apprezzamento è molto alto e il contatto con loro prosegue anche via Facebook e l’associazione Pasav. Voglio ringraziare anche tutti gli agenti delle forze dell’ordine – ha aggiunto l’assessore parlando agli studenti  - perché ogni giorno lavorano per la nostra sicurezza, e non per “punirci”».

«Ormai sono i ragazzi stessi che ci suggeriscono iniziative – ha aggiunto Cristiano Invaso -  grazie ai nostri volontari e con la Provincia quest’anno con le nostre attività supereremo il numero di 5.000 ragazzi contattati».

Ogni minuto, nel mondo, 2 persone muoiono per incidenti stradali: significa oltre 3mila al giorno, 1milione e 200mila l'anno. Di questi, circa un terzo sono giovani fra i 18 e i 35 anni. Le campagne di prevenzione e consapevolezza, insieme allo sviluppo del senso civico nei cittadini e ad un'attenta progettazione dei veicoli, potrebbero portare in pochi anni ad una sensibile riduzione del numero di incidenti.


I VINCITORI DEL CONCORSO


Francesco Rizzo della quinta A e Martina Collodo della terza C del Mozzoni sono i vincitori del concorso indetto dalla Provincia per creare due manifesti sulla sicurezza stradale premiati oggi al cinema teatro Corso di Mestre. Gli elaborati sono stati 70. I due temi assegnati riguardavano l’uso delle cinture di sicurezza sui sedili posteriori e i pedoni. A sceglierli è stata una giuria tecnica composta da un rappresentante della Provincia; da Lorenzo Lo Conte, Ispettore della Polizia stradale di Mestre; da Paolo Camuccio della polizia locale di Mestre; dall’insegnante Roberto Vaglio; dal fotografo Claudio Gervasutti e da Giovanni Cimbaro, Jonata Favaro, Lavinia Alzetta e Loris Bettio dell’associazione Pasav (Precedenza alla Sicurezza Associazione Venezia) che collabora al progetto della Provincia.


I premiati del concorso.


Vincitore della sezione "Strisce pedonali" - Martina Collodo
Vincitore della sezione "Cinture di sicurezza" - Francesco Rizzo

 

NICOLETTA E FEDERICA ZAGO: DUE SORELLE CORAGGIO

Nicoletta è diventata il simbolo della lotta dei lavoratori Vinyls. Federica racconta agli studenti la propria vita di disabile dopo un incidente

Testimone d’eccezione agli incontri sulla sicurezza stradale organizzati dalla Provincia e dall’associazione Pasav è anche quest’anno Federica Zago in carrozzina dopo un incidente stradale. Assieme a lei a Mestre oggi anche la sorella Nicoletta, diventata la donna simbolo della lotta dei lavoratori Vinyls per salvare la fabbrica e i posti di lavoro. Due donne coraggio che affrontano la vita con determinazione.

Come si resiste? «Con la fede e con una grande forza d’animo – racconta Nicoletta - ogni giorno la vita va vissuta e si deve andare avanti. Non “bisogna” perché si “deve” ma perché la vita va vissuta al meglio».

E Federica: «La forza di ricominciare? Si ritrova in se stessi, nella famiglia, negli amici, nella voglia di andare avanti nonostante tutto. Porto la mia esperienza di vita e la consegno alle altre persone. Cerco di affrontare ogni giorno con coraggio e determinazione tutti i piccoli e grandi problemi che la vita mi pone davanti».

«Ho incontrato la prima volta Federica in Provincia, e siamo state subito sulla stessa lunghezza d’onda. Vengo dal mondo del sociale, e l’esperienza mi ha fatto apprezzare il coraggio e l’esempio straordinario di Federica. Poi ultimamente ho avuto il piacere di conoscere Nicoletta e di incontrarla spesso  – afferma la presidente Francesca Zaccariotto che ha seguito giorno per giorno la vicenda dei lavoratori della Vinyls - le ammiro per la loro semplicità, ma anche per la loro volontà di non mollare nonostante tutto. Un esempio per tutti noi».